Login
Inserire nome utente e password



logo60
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
gifanimanta3
Banner

ECONOMIA, CAPPADONA (AGCI): “BENE ACCORDO CON BANCHE SU DEBITI PA. MA GOVERNO DIA SEGUITO A DIRETTIVA UE”

Comunicato stampa
Palermo, 19 aprile 2012

L’accordo con le banche per sbloccare una parte dei debiti accumulati dalla pubblica amministrazione nei confronti delle imprese è sicuramente una buona notizia. Ma si tratta comunque di una misura d’emergenza che non risolve il problema. Per questo, è necessario che il governo dia al più presto seguito alla direttiva europea che fissa il limite massimo di tempo per il pagamento delle forniture da parte degli enti pubblici a 30 giorni.

Leggi tutto...

 

Le coop allo stremo. Si paghino i debiti.

corriere

"In Italia c'è un grande evasore che a oggi ha accumulato  94 miliardi di euro: lo Stato.E i creditori sono le decine di migliaia di imprese che da anni aspettano di essere pagate.
Dinanzi a questo enorme debito accumulato in periodo di durissima crisi internazionale, ci si aspetterebbe da parte dello Stato misure straordinarie per venire incontro alle istanze dei suoi creditori nonchè suoi cittadini, oltre che contribuenti..."

Articolo uscito sul Corriere della sera in  data  16.04.2012

Leggi tutto...

 

Agci Sicilia: "No alla riscossione coatta per Inps, Inail e Case edili"

Agci_GiornalediSicilia71In Italia, la pubblica amministrazione ha accumulato debiti per 94 miliardi di euro. E i creditori sono le decine di migliaia di imprese che da anni aspettano di essere pagate e che, nonostante ciò, cercano di restare in piedi, sostenendo tra salti mortali l’attività, gli stipendi dei lavoratori e il pagamento delle tasse. “Un cane che si morde la coda, insomma – dice Michele Cappadona, presidente dell’Agci Sicilia
- Dinanzi a questo enorme debito, ci si aspetterebbero da parte dello Stato misure straordinarie
per venire incontro alle istanze dei suoi creditori, nonché suoi cittadini, oltre che contribuenti.
Si tratterebbe di una questione di giustizia, ma anche, guardando alla partita di giro, di un interesse economico: se le imprese sono messe in condizioni di produrre, si riduce la disoccupazione, si abbatte la spesa sociale e si fanno crescere gli introiti reali delle tasse”.

Leggi tutto...

 

Cat, Agci Sicilia: “Così sosteniamo imprese e sviluppo del territorio”

comunicato-stampa-31032012--GDS

Sedici sedi in tutta la Sicilia che hanno fornitocon tempestività tutte quelle informazioninecessarie a orientarsi nella burocrazia, nei mercati,nel mondo del credito e della finanza.Un’assistenza quotidiana, a stretto contatto conle cooperative aderenti, che hanno potuto cosìessere aggiornate su bandi di gara, normative,circolari e pubblicazioni. Ma anche uno stimolocostante per chi ha deciso di aprire una nuovaimpresa. Sono questi i risultati raggiunti nelprimo anno di attività dei Centri di assistenzatecnica (Cat) aperti dall’Agci Sicilia in tutte leprovince dell’Isola in collaborazione con l’assessoratoalle Attività produttive della Regione Siciliana.Un successo frutto del grande lavoro dimediazione che i giovani operatori dei Cat hannosaputo creare tra istituzioni pubbliche e territorioe che trova conferma nelle 189 cooperative chehanno deciso di aderire all’Agci Sicilia nell’ultimoanno.«E’ stato un lavoro intenso ed entusiasmante –dice Michele Cappadona, presidente dell’AgciSicilia

Leggi tutto...

 

MARCIA PER IL LAVORO E LO SVILUPPO - 1 MARZO 2012 ORE 10:00 - PIAZZA XIII VITTIME - PALERMO

locandina

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL